Home

Una serata particolare

Oggi, martedì 14 dicembre 2021, siamo nell’auditorium dei Santi Medici, ospiti graditi dell’accogliente vicario foraneo don Giovanni Apollinare, per una serata particolare organizzata dall’associazione “Amici della Biblioteca  Diocesana Raffaele Ferrigno “ di Ostuni. In  platea soci fedeli e nuovi simpatizzanti. Il programma prevede cinque momenti.

Apre il sipario Elena Capitanio, la nipotina della professoressa Rachele Pomes, una violinista in erba che, assistita amorevolmente, esegue alcuni brani di musica classica e natalizia  e riceve in premio per il suo debutto crepitanti e affettuosi applausi.

Protagonista del secondo momento è Andrea Zaccaria, il più giovane giornalista pubblicista d’Italia.

E’ qui tra noi per presentare il suo libro “Domani sarò grande”, fresco di stampa. Intervistato da Samuela Zurlo del gruppo di studenti “I magnifici cinque”, Andrea racconta di sé e del padre Lillo, giornalista, pittore e cantautore, disegnando con incisiva efficacia il proprio ritratto e quello del genitore.

Subito dopo salgono sul palco Daniela, Denise e Vittoria, tre alunne del Pantanelli Monnet di Ostuni, che frequentano anche una scuola di danza, e sotto la guida sapiente del professore di religione Martucci e della professoressa Nunzia Sozzi, accompagnate da uno struggente sottofondo musicale danzano il tema della solidarietà e della fratellanza con lodevole professionalità.

Il quarto momento ci fa incontrare Giorgia Lanzillotti di Carovigno, alunna del Liceo classico Pepe Calamo di Ostuni. Si presenta ed entra subito in medias res. Ci parla del suo grande amore per la settima arte. Il mio sogno nel cassetto- dice- è quello di diventare una regista cinematografica. La ascoltiamo con massima attenzione e piacere, e il suo fiammeggiante entusiasmo, la sua vibrante passione e la profondità delle sue riflessioni ci fanno già intravvedere la realizzazione di un futuro come lei lo vuole.

Regista inappuntabile della bella serata, e coordinatrice di tutto il lavoro ad essa sotteso,  è stata la direttrice della biblioteca, professoressa Teresa Legrottaglie, sempre in cerca di nuovi talenti da valorizzare. Anche in questa occasione spicca la sua capacità di coinvolgere le scuole.

A questo punto Andrea Zaccaria, con la gentilezza e la generosità che lo contraddistinguono, dona una copia del suo libro a tutti i presenti.

Alla fine torniamo a casa lieti e sereni, con dentro l’eco degli applausi e con la speranza che il 2022 non sia cattivo come i due precedenti.

                                                                                      Vincenzo Palmisano