Home

23 Aprile 2018 giornata mondiale del libro

La festa di San Giorgio, santo protettore della Catalogna, che ricorre ogni anno il 23 Aprile, è uno degli eventi più belli a cui vi potrà capitare di assistere a Barcellona. Nello stesso giorno, infatti, si celebra anche il Dia del Llibre (La giornata mondiale del libro e del diritto d’autore proclamata dall’UNESCO) e le Ramblas sono  letteralmente travolte da fiori, bancarelle di libri e una folla immensa di persone.
La Festa dei Libri e dei Fiori. La tradizione catalana, risalente al secolo XV secolo, vuole che il 23 aprile si festeggi la festa degli innamorati e tutte le coppie di amanti, ma anche di amici, di genitori e figli, si scambiano dei regali molto speciali: gli uomini regalano delle rose alle donne e le ragazze regalano ai ragazzi dei libri. Anche gli alunni del Liceo classico"Calamo", del Pantanelli-Monnet,  delle Scuole medie "Barnaba-Bosco" hanno vissuto un momento significativo nella Giornata del libro. Hanno presentato i loro progetti, hanno declamato brani eccezionali di autori classici e moderni. Tutto ciò  è avvenuto nella Biblioteca Comunale di Ostuni la cui direttrice, dott.ssa Francesca Garziano, ha lavorato in sintonia  e sinergia con la presidente della Biblioteca Diocesana Pubblica"Ferrigno", prof.ssa Teresa Legrottaglie.

Le responsabili delle due biblioteche, Teresa e Francesca hanno aperto l'incontro


‎I nostri alunni, prendendo spunto  dalla tradizione della Catalogna, si sono  scambiati libri e fiori, ma in modo originale: i ragazzi hanno regalato un libro alle ragazze e queste, a loro  volta, hanno donato  un girasole ai ragazzi.

 

 

 

Dopo questo scambio gli alunni delle diverse scuole hanno presentato  i loro progetti e le loro letture intervallati da brani classici suonati al violino da Antonella Cavallo. Questi brevi  intermezzi musicali hanno contribuito a elevare il già  alto il tono della manifestazione

 

Gli alunni del Pantanelli-Monnet hanno letto pagine vibranti tratte dal libro DENTRO /FUORI  di Marcantonio Gallo. Sono testi di detenuti della Casa Circondariale di Brindisi. Gli alunni erano molto coinvolti perché hanno sviluppato un progetto sulle carceri e hanno incontrato il 14 aprile alcuni detenuti nel carcere  di Brindisi.
Si sono distinti, come sempre, "Le persone Libro"del Liceo classico che hanno declamato  brani classici e moderni.
Gli alunni dell' Agrario ci hanno arricchiti con la profondità di brani presi dal libro L'ARTE DI ESSERE FRAGILI di Alessandro D'Avenia.
I più  giovani studenti delle medie hanno toccato il cuore di tutti con testi sull' adolescenza e l'arte di crescere.
Tanta tenerezza la recitazione in inglese,  di due di loro con Giulietta e Romeo di William
 Shakespeare

 

 

Resoconto e foto a cura di Isa Zizza