Home

Intervista a Gino Bartali

INTERVISTA A GINO BARTALI “
Il giorno 24.07.2020, nel Chiostro S.Francesco di Ostuni, con il patrocinio del Comune di Ostuni, le
Associazioni, " Amici della bibioteca diocesana " , " I Magnifici 5 e piu' " , il " Biciclub " di Ostuni
hanno presentato
" Intervista a Gino Bartali " arrangiata e magistralmente interpretata dal Dr .
Enrico Ciola. Ha coordinato l' evento la bravissima Ins. Lucia Marseglia veicolando le domande dei
ragazzi a " Gino Bartali ".
Apre la serata il Sindaco di Ostuni che propone alla platea “il grande ciclista” come un esempio di
lealtà e impegno incondizionato verso tutti ,in particolare, verso chi si trovava in difficoltà .
Ha intrattenuto il pubblico, tra una domanda e l'altra, il bravissimo cantante Gaetano Petraroli che
con la sua voce possente e vibrante ha regalato emozioni profonde con le Canzoni : " un amore
così grande" , " uno su mille ce la fa' " , " inno alla gioia " .
Le domande dei ragazzi e le risposte di Enrico Ciola hanno permesso al pubblico di scoprire gli
aspetti meno noti ai piu' di un uomo che nessuno mai potra' dimenticare , tratteggiando il ritratto
completo di Gino Bartali.
La parabola agonistica del noto ciclista ha incrociato il regime del ventennio fascista e gli orrori del
nazismo dove " Il Ginettaccio", così lo chiamavano, si e' confermato campione di sport e di
umanità.
La sua forza e la sua grandezza hanno infiammato le corse tra gli anni 30 e 50 consegnando alla
storia dello Sport pagine bellissime e indimenticabili e, secondo alcuni, il suo trionfo francese del
1948 avrebbe contribuito a stemperare la tensione sociale per l' attentato a Togliatti.
Ricordiamo, tuttavia, il nostro Bartali non solo per le imprese agonistiche ma anche per quelle
umane . Nel 2013, infatti, e' stato nominato "Giusto" tra le Nazioni per aver aiutato gli Ebrei
durante la Seconda Guerra Mondiale .
La sua grande storia sportiva e umana , ha avuto una costante imprescindibile : sua moglie Adriana
Bani che ha speso la sua intera vita insieme al marito e alla sua splendida famiglia.
Bartali e' morto nel 2000 per un arresto cardiaco, consegnando alla vita una modello per le
generazioni future per il senso di appartenenza alla propria terra e la sua profonda umanita' , ma
anche un grande incolmabile vuoto.
L' intervento della prof.ssa Teresa Legrottaglie chiude la serata tra saluti e ringraziamenti a quanti
hanno collaborato a rendere possibile questo bellissimo evento , in particolare : associazioni
sportive, il Sindaco, lo staff dell' amplificazione, il personale della Croce Rossa .
" Confermiamo il valore del lavorare insieme , con la consapevolezza che insieme si va più lontano
" dice Teresa Legrottaglie e poi aggiunge " credo che stasera Gino Bartali sia contento per come lo
abbiamo ricordato" .
A seguire un bellissimo video del bici club di Ostuni.
Claudio Perrone